Tutto ciò che ci diciamo crea la nostra realtà


Coaching-importanza-del-dialogo-internopng


I nostri dialoghi interiori definiscono la qualità della nostra vita, perché determinano costantemente il nostro stato d’animo. Dipende da loro, infatti, se siamo entusiasti e motivati, oppure se siamo scoraggiati e tristi.

Una comunicazione interna fatta di parole come: “Non servo a nulla”,Sono sempre il solito stupido!”, “Non posso farcela”, “Non succederà mai” lascia l’amaro in bocca, e non ci aiuta di certo né a generare una buona autostima, né ad ottenere i risultati, che vogliamo. Giudicare noi stessi è, infatti, uno dei modi più comuni con cui la nostra mente accresce il nostro malessere.

Dobbiamo stare molto attenti a quello che ci diciamo quando ci parliamo da soli, perchè quello che ci diciamo influenzerà moltissimo quello che faremo e diventeremo. Ad esempio, quando ci parliamo da soli, con la nostra vocina interna, e ci diciamo che quella cosa non ce la faremo mai a farla, il nostro comportamento e il nostro agire sarà profondamente condizionato da questa nostra convinzione. Questa nostra voce interna, che non sta mai zitta, ha, infatti, un impatto diretto sui nostri risultati, per cui, se ad esempio sei convinto di non riuscire a parlare in pubblico, quando ti troverai a farlo, ti troverai in difficoltà e ti dirai: “vedi te lo avevo detto che era meglio non salire sul palco..”. 


E’ importante essere più consapevoli del linguaggio, che utilizziamo, sopratutto delle parole che diciamo più spesso, perchè queste parole diventano un vero e proprio incantesimo, una vera e propria autoipnosi. Ad esempio, la persona che si dice sempre: “ma perchè non porto mai a termine le cose...” creeerà un immagine di sé come di chi non porta mai a termine nulla nella vita, di conseguenza, affronterà ogni situazione della propria vita con questa convinzione, ossia di chi non sa portare a termine niente, e ovviamente questo avrà un'influenza diretta sul risultato che potrà ottenere.


La PNL ci aiuta a cambiare il tuo stato emotivo in pochi secondi , e il modo migliore per farlo è cambiare i tuoi dialoghi interiori, che nella maggior parte delle volte contribuiscono alla creazione di condizioni mentali stressanti e demotivanti.

Per cambiare il tuo dialogo interno, ti serve un pò di allenamento ma i risultati sono garantiti.

Ecco tre regole per cambiare il tuo dialogo inetriore disfunzionale:



1)  ANALIZZA IL TUO DIALOGO INTERNO

 Per mantenere alto il tuo umore, impara, pertanto, ad ascoltare attentamente i tuoi dialoghi interiori, e poni attenzione a cosa dici a te stesso ogni giorno. Sono parole positive, incoraggianti?  Sono critiche costruttive, da cui partire per una riflessione su come risolvere un problema o raggiungere un obiettivo? Oppure si tratta solamente di giudizi distruttivi e mortificanti sulla tua persona, sulla vita in generale, di critiche e rimproveri, che neppure al tuo peggior nemico faresti?

Scegli alcune situazioni, che più di danno preoccupazione in questo periodo. Chiudi gli occhi, ed ascolta le parole che usi quando ci pensi.

Cosa ti dici?

Con quale tono di voce ti dici queste cose?

Cerca, poi, di capire perché la voce interiore ti dice qualcosa.

Qual è la sua finalità? Aiutarti o mortificarti solamente?

Chiedile cosa vuole ottenere dicendoti quelle cose.

Attraverso quest’ascolto attento sarai consapevole del modo in cui la tua voce interiore comunica conte e capirai se l’intenzione del tua dialogo interiore è davvero positiva o negativa. Se ritieni che sia solamente un’intenzione negativa, puoi cominciare a modificare il tuo dialogo interiore.

2) CAMBIA LE DOMANDE CHE TI PONI

Spesso, il nostro dialogo interiore è costellato di domande non utili, che non ci aiutano di certo a cambiare la situazione, anzi la peggiorano ulteriormente alimentando emozioni e sensazioni ancora più distruttive.

Esempi di domande, che potresti ascoltare nel tuo dialogo interiore.

1.Cosa ho fatto per meritarmi questo?”.

Questa domanda ti predispone a dare la colpa a te stesso o a darla al mondo intero.


2.Perché sono così?”.

Questa domanda ti porta a frugare nella tua vita alla ricerca dei motivi per cui sei così. Ti porta a provare rabbia, risentimento e scoraggiamento.


3.Non ce la faccio”, “E’ troppo per me”, “Non lo sopporto”.

La tua mente ti sta dicendo che sei troppo debole per reggere alla situazione e se continuerai a sentirti così accadrà qualcosa di peggio.


Come puoi bene notare, queste domande costituiscono vere e proprie trappole mentali, che non fanno altro che alimentare ulteriori emozioni dolorose.

Per cambiare questo tipo di dialogo interiore, comincia la tua domanda con “COME” non con PERCHE’”. Il primo tipo di domanda genera una soluzione. Il secondo spiega solo la situazione che hai già trovato dentro di te e non ti aiuta molto.

Sostituzione del tuo dialogo interno negativo con domande utili

Come posso fare per sentirmi meglio?”

Cosa posso imparare da questa situazione?”

Cosa voglio esattamente nella mia vita?”

Cosa posso provare a fare oggi per la prima volta?

Sono tutte domande ti aiutano a focalizzarti sulla soluzione e non sul problema. Se ti poni questo tipo di domande, allora si che la tua mente si dirigerà verso la soluzione. Ti assumerai la responsabilità delle tue azioni e diventerai l’unico coach della tua vita.


3) SFRUTTA IL POTERE DEL "MA" SUL CERVELLO

Un altro modo per cambiare il dialogo interno è quello di cambiare le frasi in positivo grazie al potere del "ma".

Il “ma” ha sempre un effetto potente sul cervello, perché di tutto quello che diciamo a noi stessi e agli altri, la mente, di chi ascolta percepisce solo quello che viene detto dopo il “ma”. 

Ad esempio, se dico alla mia segretaria Sei molto simpatica, ma non lavori molto bene. Che impatto avrà la mia affermazione su di lei ? Sicuramente negativo, perchè di tutto ciò che le ho detto, si ricorderà solamente che non lavora molto bene. Ma, se, inverto la frase e le dico “ Non lavori molto bene, ma mi sei molto simpatica”, sicuramente l’impatto  sarà molto più positivo. Lo stesso principio vale nel nostro dialogo interno.

Pertanto, se nel tuo dialogo interno, ti stai dicendo:Vorrei davvero riuscirci, ma non è facile”, in questo modo stai alzando come un muro davanti a qualunque tuo tentativo di riuscita, perché il tuo cervello percepisce solo che non è facile. 

Prova ad invertire, invece, la frase e dici a te stesso: Non è facile, ma vorrei tanto riuscirci”. Per il  solo fatto di dirti: “ ..ma vorrei tanto riuscirci si apre un mondo di possibilità davanti a te. Le tue parole " ma vorrei tanto riuscirci avranno, infatti, un impatto potente sulla tua mente, che a sua volta  ti farà accedere al tuo potenziale di risorse interne. 


Molte altre tecniche per cambiare il tuo dialogo interno sono raccolte nel mio libro "La libertà emotiva - Percorso pratico di gestione emotiva" 
Per info sul libro clicca qui